Votate cliccando sulla stellina

10 votes, average: 1,00 out of 1 (10 votes, average: 1,00 out of 1)
You need to be a registered member to rate this.
Loading...

Marco Colella

Heavy Rain of Blossoms

Anno 2018

Colori ad olio su tela, cm. 70×100

Corpi che si incontrano e si intrecciano in un codice espressivo di chiara ispirazione orientale emergono con linee decise e vorticose.

Ispirate alle arti giapponesi Ukiyo-e e Shunga, queste nuove opere ricche di colore e di linee complesse raccontano il lungo percorso di ricerca dell’artista nell’inseguire e integrare un elevato grado di movimento all’interno di ogni singola tela. Se infatti nei suoi precedenti lavori si distingueva in una chiara propensione nei confronti della forma e della sua presenza statica, nelle ultime opere ad olio si fa invece largo un forte bisogno di spingersi oltre i confini, facendo della dinamicità una chiave di lettura a disposizione dell’osservatore.

L’impronta grafica di Colella rimane ancora una volta unica e riconoscibile. La maggiore profondità della composizione artistica fa sì che il viaggio alla scoperta di questi personaggi si presenta ricco di sorprese, così come di colore e contrasti. I tatuaggi liberamente ispirati alla tradizione giapponese aprono continuamente l’opera a nuovi scenari, eleggendo la tela a labirinto di infiniti racconti.

Oggi la sperimentazione dell’artista si è ampliata anche grazie all’utilizzo della pirografia. In queste opere su legno l’uso della linea netta diventa strumento per allontanarsi dal figurativo pur mantenendo richiami all’arte giapponese. Queste opere hanno come elemento fondante la presenza delle mani che stringono tra le dita un diamante. Nella sua simbologia il diamante ha una connotazione positiva. Le mani lo sostengono e proteggono. Questa positività è contrapposta alla inquietudine e sinuosità delle mani scheletriche. Queste, in una perenne lotta, costituiscono l’ambito di emozioni e sensazioni negative, del vivere quotidiano: stress, rabbia, frustrazione e invidia, mosse dal desiderio di sporcare questo diamante, raccontando l’eterna lotta tra il bene e il male.

Marco Colella nasce a Firenze nel 1986.

Ha appreso le basi del disegno e del colore presso il liceo artistico Leon Battista Alberti a Firenze. Successivamente, si è laureato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti, dove ha maturato l’interesse per una pittura grafica dal segno preciso e marcato.

Nel 2010, ha avuto la fortuna di frequentare, per un breve periodo, lo studio del pittore Lucio Diodati, dove ha potuto assimilare e rielaborare alcuni stilemi, per sviluppare ulteriormente le basi di un personale stile pittorico, che vede unire la sintesi del segno grafico con le nuove nozioni di pittura apprese dal Maestro.

Nel 2014, ha sentito la necessità di ampliare e variare la sua visione artistica, andando alla ricerca di nuovi mezzi espressivi da coltivare parallelamente alla pittura, capaci così di valorizzare al meglio l’uso del colore vibrante e della linea vigorosa. Per questo si è avvicinato al mondo della pirografia e della decorazione di ceramica, realizzando una linea di ceramiche artistiche decorate a mano per una nota ditta del Casentino.

Oggi, prosegue il suo percorso artistico esplorando nuovi mezzi espressivi, sempre alla ricerca di nuova ispirazione per una visione artistica complessa ed articolata, capace di cogliere l’attenzione e stupire un pubblico sempre più ampio e variegato.

Attenzione: si vota solo cliccando sulla stellina in cima al post

Comments

comments