Sandro “Tolemaios” Becucci, L’ultima acropoli

Share

Sandro Tolemaios Becucci, L'ultima Acropoli

L’ultima acropoli, 2009
Olio su tela, cm 60 x 120
Sandro “Tolemaios” Becucci, nato a Firenze nel 1957
Un’amazzone, giovane sacerdotessa, antica eroina, si concede un ultimo riposo sull’ultima acropoli della paganità assediata, prima dell’assalto finale. La sua civiltà scomparirà soverchiata dalla violenza dalla barbarie monoteista. Non più tolleranza né libertà di culti multiformi, sincretici, vicini nei loro miti e fondamenti. Le rovine delle acropoli si copriranno di chiese e moschee. Il mondo eroico scomparirà soverchiato delle religioni orientali che impongono il loro dio. Dal quarto al settimo secolo, la bellezza greco-romana che ha costellato per secoli il nostro mondo sarà ridotta in macerie.
‘77: fondo l’Atelier I MASCHERERI, ricerca su teatro e maschera, impostosi all’attenzione internazionale. Sviluppo ricerca pittorica, scultura, cartapesta. ‘81: prima mostra alla Ken’s (Firenze). Seguono altre in Italia, USA….. ’90: coltivo anche la musica.  ’92-’02 come EL CHEVERE DJ organizzo festival artistico-musicali. Dal ’05: Le “SANTE SOSPESE”, ciclo al quale appartiene l’opera, con al centro la figura femminile, ambientata in uno spazio simbolico, spirituale.

Sandro “Tolemaios” Becucci

Comments

comments