Share

I like dati dopo la chiusura delle votazioni non sono conteggiati

Le votazioni sono chiuse dalle ore 21 di domenica 15 maggio 2016

Punteggio:

Like 406

Stelline 110

Daniela Spaggiari

Svelamento

Anno 2015

Acrilico, inchiostro di china e collage su tela, cm. 90×30

La luce, elemento rivelatore, definisce il significato dell’ombra che essa stessa genera, giustifica, disvela. L’ombra, che diviene quindi, figura inscindibile dalla luce, con essa si mette in dialogo, sottraendosi al dominio degli stereotipi collettivi e cercando una soluzione di continuità, dove i valori di entrambe, possano integrarsi liberamente.

Daniela Spaggiari, classe 1972, segue la sua inclinazione, dedicandosi in modo approfondito alle arti visive, dove scopre la passione per le forme modulari e l’arte orientale e diplomandosi Maestra d’Arte applicata nel 1991. Non potendo realizzare il progetto di studiare grafica, decide di cambiare strada: ai corsi di un  pittore locale, affianca il corso di Storia Medievale all’Università. Questi anni risultano formativi, perchè si avvicina alla pratica della Miniatura Medievale, che eserciterà per 12 anni. Tutta l’esperienza ed i segni di quanto prodotto in precedenza, si riflette nella sua ricerca artistica, dove emerge una più attenta ricercatezza del dettaglio, una continua curiosità nello sperimentare e contaminare ed una più attenta osservazione della natura. La necessità di affrontare le proprie paure, per carpirne la reale potenza espressiva, la portano ad affacciarsi al metodo introspettivo della Gestalt, su temi come l’autoritratto, le maschere sociali ed il mostro interiore. Lo stile che la contraddistingue è soprattutto quello grafico, dove china, inchiostri, carboncini, acquerelli e collage, si ritrovano spesso a condividere lo stesso spazio. Partecipa a numerose collettive con Associazioni artistiche e Gallerie. Da rilevare l’apertura dell’anno, con la vittoria del Secondo premio Sezione Grafica al Premio Nazionale d’Arte città di Novara. 

 

 

Comments

comments