Share

Votate cliccando sulla stellina

(5 votes, average: 1,00 out of 1)
Loading...

Michele La Sala

Paesaggio garganico

Anno 2017

Olio su tela, cm. 78 x 69 x 4

Il “Paesaggio garganico” rappresenta il territorio nativo  al quale l’autore è particolarmente legato.

Pugliese,  “ la montagna del sole ” geograficamente conosciuta come “Gargano”  gli da i primi vagiti, San Marco in Lamis nella vasta provincia Foggiana. La Montagna del Sole è un riferimento costante nelle tele di Michele La Sala, il suo attaccamento al  territorio è profondo e fonte di ispirazione. Vive e lavora nella soleggiata Foggia. Paesaggista nonostante le mode, convinto che la pittura debba essere leggibile da tutti, fruibile da tutti coloro i quali amano sognare una visione di una natura incontaminata, bella, lussureggiante, ricca di luce e colore che rasenta quasi il fantastico. Un tocco di lieve follia artistica dove materia luce e colore sono gli attori sul palcoscenico dei suoi lavori. E’ proprio questo modo di essere un po’ ” folle” che muove il nostro inconscio in un gioioso sentimento del vivere quotidiano.

I paesaggi di Michele La Sala raccontano di contadini al lavoro, campi di grano dormienti accarezzati dal vento, alberi e caseggiati che danno ristoro allo stanco contadino, ulivi secolari che emergono da terreni aridi e avari con la forza ed il vigore che solo la natura riesce a dare, e poi  papaveri e fiori di campo  in una festa di colori.

Un inno  al creato e al suo Creatore. Un messaggio semplice di umiltà e serenità che l’autore vuole comunicare a coloro i quali osservano i suoi lavori. Vuole essere nel contempo un auspicio per l’uomo del terzo millennio dove frenesia, ansia e affanni per obiettivi futili e vani, prendono il sopravvento.

Michele La Sala

Attenzione: si vota solo cliccando sulla stellina in cima al post




Comments

comments